• Tempo di lettura:6 minuti di lettura
la collina dei papaveri logo jap

La collina dei papaveri

«: Senti un po’… e di fare le pulizie che ne diresti? Per quanto sia vecchio, è un edificio davvero molto bello. Se lo si pulisse e ci si invitassero le ragazze, penserebbero tutte che si tratti di uno splendido covo.»

(Mer)

La collina dei papaveri (コクリコ坂から Kokuriko-zaka karalett. “Dalla collina dei papaveri”) è un film del 2011, diretto da Gorō Miyazaki, alla sua seconda regia dopo I racconti di Terramare del 2006. Il film è l’adattamento dell’omonimo manga scritto da Tetsurō Sayama e disegnato da Chizuru Takahashi (pubblicato nel 1980 da Kōdansha sulla rivista Nakayoshi).

Umi (una ragazza di 16 anni) e Shun (un ragazzo di 17 anni) frequentano la stessa scuola.

La ragazza ha perso il padre nella Guerra di Corea e vive sulla Collina dei Papaveri che domina il porto.  Ogni mattina issa due bandiere di segnalazione marittima: “prego per una navigazione sicura” .
Il ragazzo ogni mattina per andare a scuola scrocca un passaggio al porto sul rimorchiatore del padre adottivo.

Incuriosito da quello strano rituale con le bandiere, decide di scrivere una poesia che pubblica sul giornale della scuola…

La produzione de La Collina dei Papaveri è stata fortemente influenzata tanto dai ritardi di Hayao Miyazaki per la sceneggiatura, quanto dai black-out a causa dei terremoto e maremoto del Tōhoku (2011).

Proprio per ridurre al minimo il rischio di interruzione del lavoro, gli animatori hanno lavorato solamente di notte. 

Gorō Miyazaki voleva essere il più possibile fedele alla realtà storica della città. Effettuò quindi delle ricerce recandosi proprio a Yokohama.

A un certo punto capì però che “rievocare quel tempo può sembrare sufficientemente reale ma potrebbe anche non essere necessariamente bello“.
Decise quindi di mostrare la città così come la vedevano i due ragazzi: “scintillante e traboccante di vita”.

Per il Quartier Latin i direttori artistici hanno creato un’amalgama disordinata nelle molte stanze dell’edificio. Presero “in prestito” i ricordi degli anni universitari del regista, vissuti tra disordine e la sporcizia.

Nel 2012 La collina dei papaveri ha vinto il premio come “Migliore animazione dell’anno” al Tokyo Anime Award e al 35º Japan Academy Award.

In Italia il film, dopo un’antepirma a Lucca Comics 2012, è uscito al cinema il 6 novembre distribuito da Lucky Red.

Titolo originaleコクリコ坂から - (Kokuriko-zaka kara)
Anno2011
Durata87 min
Rapporto1,85:1
Distributore italianoLucky Red
RegiaGorō Miyazaki
SoggettoTetsurō Sayama e Chizuru Takahashi (manga)
SceneggiaturaHayao Miyazaki, Keiko Niwa
ProduttoreToshio Suzuki
FotografiaAtsushi Okui
MusicheSatoshi Takebe
Character designKatsuya Kondo
AnimatoriAkihiko Yamashita, Atsushi Yamagata, Kitaro Kousaka
Sito ufficialewww.kokurikozaka.jp/